Grande successo per la cena medievale a San Zenone degli Ezzelini. Ecco le immagini by Ezzelino Fotoclub.

Ha riscosso davvero un grande successo la cena medievale di ieri sera. Molto apprezzata la cucina, gli spettacoli della Compagnie del Barbecocul e dei Li nadari giullari, la cura degli allestimenti, l’accoglienza e il servizio in tavola. Grazie per le belle immagini a Maurizio Baldan, Monica de Mas e Diego Selmin dell’Ezzelino Fotoclub.

Annunci
Pubblicato in Animazione, Gastronomia, Giullari | Contrassegnato , , , , , , , | Lascia un commento

Vivi con tutta la famiglia la partita Italia – Germania. Maxi schermo all’hostaria medievale di San Zenone degli Ezzelini

Italia-Germania partita calcio europei - terra di ezzelino 2016 san zenone degli ezzelini - sito web

Con lo splendido scenario del Monte Grappa, immersi nel verde del Parco degli Armeni, venite a tifare Italia con tutta la famiglia mentre i piccoli si divertono al Borgo dei bambini. Maxi schermo della partita Italia – Germania all’hostaria medievale. Potrete sorseggiare l’ottima birra Menabrea alla spina e, a prezzi davvero popolari, gustare la gastronomia dei sapori medievali.

Pubblicato in Animazione | Contrassegnato , , | Lascia un commento

300 figuranti in costume storico, delegazione dalla Germania (Marzling) e gruppo dall’Istria (Pola) alle giornate medievali di San Zenone degli Ezzelini

E’ stata presentata oggi ai media, in Villa Rubelli, la manfestazione di tre giorni per gustare  il fascino del medioevo a San Zenone degli Ezzelini.

Maria Antonia Martinello e Stefania Ziliotto San Zenone degli Ezzelini.JPG

Da venerdì 1 a domenica 3 luglio, nello splendido scenario ambientale del Monte Grappa, ci sarà una grande offerta di eventi, laboratori, rievocazioni storiche gastronomia di qualità ed attrazioni anche per famiglie e bambini.

La cittadina tedesca di Marzling sarà ospite della manifestazione grazie al nuovo gemellaggio con il Comune di San Zenone degli Ezzelini annunciato oggi dall’Assessore alla Cultura Stefania Ziliotto (a sx nella foto insieme alla Presidente dell’Academia Sodalitas Ecelinorum Maria Antonia Martinello).

Sono attesi oltre 5.000 partecipanti alla manifestazione biennale organizzata dall’Associazione Academia Sodalitas Ecelinorum che è stata insignita della prestigiosa Targa d’argento del Presidente della Repubblica Italiana e del “Paul Harris Fellow”, cioè il massimo Riconoscimento dalla Rotary Foundation ricevuto la scorsa settimana per il valido impegno profuso per la promozione della Storia e della Cultura del territorio.

EVENTO DI APERTURA E GASTRONOMIA

Ad aprire gli eventi in programma, il primo luglio ci sarà la Cena medievale “Alla tavola dei Da Romano” con la famiglia dei Da Romano, Ezzelino III e Alberico e la loro corte. Menù tipico del XIII secolo. La Compagnie del Barbecocul allieterà li messeri e le dame con sensual danza de lo ventre e soavi musiche medievali durante il banchetto. A contorno intrattenimenti vari, musica medievale dal vivo e spettacoli di danza, giullari e duelli di spade. La qualità della cucina medievale è garantita da uno Staff di 5 cuochi, 5 aiuto cuochi volontari e 4 cameriere. Il palato sarà deliziato da bocconcini di carne speziati con semi di anice e finocchio, frittata di cipolla e frittelle di salvia, gnocchi di pane con fonduta di formaggio, carne affumicata ed erbe aromatiche. Nel menù anche la porchetta affumicata e spezzatino, fagioli all’uccelletto, insalatina con pere e noci, purè di lenticchie. Dopo il dessert, con crepes a base di farina di farro con marmellata di mele e frutta secca, il digestivo con zollette di zucchero speziate, scaglie di formaggio stagionato e tisana di boccioli di rosa. Per gustare i sapori medievali ci sono varie delizie a prezzi davvero popolari. Si può provare il menù del fabbro con pasta o gnocchi di pane al ragù di anatra e salsiccia, oppure il ricco tagliere composto da formaggi misti e confetture, affettati misti e pane bianco. La manifestazione offre poi il menù del mendicante con pasta o gnocchi, fonduta di formaggio e noci. Impedibile la porcata con porchetta e fagioli all’uccelletto, pane bianco. Quello della serva offre con coscia di pollo, piselli, insalata di noci e pere, pane nero. C’è anche il menù del nobile con porchetta, stinco di maiale, cosciotto di pollo, piselli, fagioli all’uccelletto e pane bianco oppure quello del re con stinco di maiale, erbette cotte, fagioli in salsa e pane bianco. Da gustare anche della dama con gnocchi di pane con verdurine miste, formaggio fresco con salsa alle erbe aromatiche e pane bianco. Attenzione particolare per i bambini con il menù piccolo principe, petto di pollo alla piastra, patate fritte e pane bianco. Per il dessert si può scegliere il fruttivendolo con frutta fresca, oppure il fornaio con la crosta di pane, burro, marmellata di fichi o frutti di bosco. Nel beverage la birra Menabrea alla spina, acqua aromatizzata lime e zenzero, rosmarino e limone, menta, vino rosso alla spina, succhi di mela, pera o arancia.

BORGO DEI BAMBINI

Per i più piccoli sarà riservata una grande area che propone laboratori di scrittura antica, tessitura a telaio, tamburi, lettura di storie e leggende mimate e molto altro ancora. Molti i laboratori proposti con ingresso gratuito fino agli 11 anni. Le attività del Borgo dei bambini sono aperte per tutte le età a partire dai 5 anni. Laboratorio Scriptorium Ecelinorum Attrezzati con i strumenti indispensabili per la scrittura: la pergamena, la penna d’oca oppure l’anatra, pennino e l’inchiostro, i partecipanti del laboratorio potranno immergersi in quest’arte antica. decorando le capitali e costruendo le lettere dell’alfabeto in caratteri denominati littera textualis o, textus fractus. Fra una chiacchiera e altra sul chi erano gli autori, spesso anonimi di capolavori di incomparabile bellezza e di inestimabile valore di libri e manoscritti miniati giunti a noi, scopriremo come e dove creavano i manufatti. L’esperienza si conclude con la impronta del sigillo in ceralacca, cera vergine di preziosa opera. Le ricche illustrazioni dei manoscritti antichi per esplorare e sperimentare la calligrafia medievale e avventurarsi nel meraviglioso mondo delle miniature. Nel Scriptorium Ecelinorum anche le miniature saranno un veicolo di viaggio sperimentale nell’epoca ezzeliniana. Le immagini proposte da miniare spazieranno da quelle imperiali federiciane ai motivi naturalistici vegetali e animali; dalle immagini cavalleresche e la vita cortese presente nella Marca duecentesca – al bestiario d’animali reali e quelli fantastici come draghi, sirene, grifoni, unicorni. Laboratorio di tessitura per intrecciare i fili di lana sui telai di legno. Attraverso una conversazione partecipata con i bambini, l’arte di tessere verrà raccontata come attività privilegiata che farà scoprire la vita quotidiana del Duecento.Ci sarà anche il laboratorio arceria storica per bambini in totale sicurezza dove i partecipanti potranno cimentarsi con le prove di tiro istintivo con archi storici, frecce spuntate e bersagli.

ARTIGIANI MEDIEVALI

Alle tre giornate di San Zenone degli Ezzelini ci saranno botteghe, bancherelle e laboratori artigianali medievali, frutto di attente ricerche storiche e una lunga partecipazione a feste ed avvenimenti storici. Un vero e proprio mercato medievale, con artigiani al lavoro nella ricostruzione di varie botteghe. Carta fatta a mano con disegni, documenti, miniature, tecniche di lavorazione con antichi stampi in legno e annessa una sezione che presenta la produzione di pigmenti atti a colorare, estratti da vegetali, minerali. La bottega di sartoria vedrà l’esibizione di taglio e cucito, bordure stampate e dipinte, mostra di stoffe, vestiti, calzebrache, copricapi, accessori. Si potrà vedere il calzolaio medievale che lavora il cuoio pr produrre borse, borsette, cinture con fibbie medievali, copricapi. Anche un banchetto di orafo con lavorazioni a sbalzo su argento e rame, traforo, modellazione di stampi e di cere adatte alla fusione usando il sistema della terra refrattaria. Nella cornice degli antichi mestieri ci sarà una ricca esposizione di vari attrezzi da lavoro, contadini e artigiani, quali zappe, falci, falcetti, martelli, seghe, accette, asce, raschiatoi e vari. Tutti materiali ricostruiti in base a ritrovamenti archeologici e muniti di manici in legno intagliati artisticamente a mano. Esempi di lavorazione in ferro e legno. Non mancheranno le ceramiche con esposizione di vari oggetti, anche semilavorati in fase di decorazione pittorica. Alle botteghe, tra le bancarelle di arti e mestieri, si aggiungono espositori, banchetti con sopraesposti oggetti inerenti al mestiere e quant’altro adatto a ricreare l’atmosfera di un antico mercato. Pannelli dimostrativi illustreranno motivi tratti da iconografie e miniature medievali, disegni ricostruittivi di una bottega con artigiani al lavoro, gli attrezzi, gli strumenti musicali e i loro esecutori. Il tutto arricchito con spiegazioni sui metodi, sulle fonti e le loro storie.

COMPAGNIE, TORNEI E SPETTACOLI

Oltre alla partecipazione dalla Germania, dalla Croazia ci sarà il Gruppo Teatrale Histri di Pola. Qualche numero per dare un’idea della grande manifestazione in preparazione. Quasi 300 figuranti medievali, 18 gruppi storici sono 37 postazioni tra accampamenti, tende e velari. Nella splendida cornice dei verdi colli di San Zenone degli Ezzelini, tra antichi mestieri e cortei storici, la manifestazione si presenta ricca di spettacoli di falconeria e focoleria fino alla mezzanotte. Gli spettacoli di volo del falconiere vedranno poiane, falconi, rapaci notturni e altri generi di rapaci per far divertire gli spettatori e renderli parte attiva dello spettacolo nella più totale sicurezza. Con l’attività didattica sulla falconeria ogni persona persona potrà entrare in contato diretto con i rapaci e il mondo della falconeria, conoscendo la storia, i concetti, caratteristiche con le quali riconoscere uccelli rapaci allo stato selvatico, nozioni e tutto quello che concerne questa nobile e antica arte. Il programma prevede tornei di arco storico e spada, duelli e battaglie medievali, un fantastico spettacolo di prosa. Tutte le giornate saranno allietate da musici, danze, tamburini e giullari. Le compagnie proporranno una fedele ricostruzione militare e civile della prima metà del XIII secolo, ponendo la massima attenzione alla fedeltà della ricostruzione storica dell’abbigliamento, dell’ accampamento e di quello che i suoi componenti sanno fare meglio, cioè il combattimento storico. Si punterà a far conoscere e praticare la storia e la tecnica delle arti medievali quali la spada, gli archi, la danza, la focoleria ed in generale tutte le discipline e le arti che venivano praticate nel Medioevo. Nella Terra di Ezzelino 2016 verrà praticato il ballo medievale su musiche d’epoca ricostruite, con coreografie di gruppo e movenze che richiamano molto quelle contadine, quale espressione particolare delle feste rituali di un popolo. Ci sarà intrattenimento con spettacoli di fuoco. Nel buio della notte saranno da ammirare evoluzioni e giochi di luci, con spade e bastoni infuocati, bolas, lanciafiamme e altro ancora, a ritmo di musiche dallo sfondo medievale. Gli armigeri praticheranno la scherma del XII-XIII secolo, con la supervisione di un “maestro d’arme”.

Pubblicato in Rassegna stampa | Contrassegnato , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

27 giugno conferenza stampa, ore 11:30

CONFERENZA STAMPA Nella Terra di Ezzelino 2016 san zenone degli ezzelini.jpg

La Presidente dell’Academia Sodalitas Ecelinorum Maria Antonia Martinello vi invita a partecipare alla conferenza stampa di presentazione della manifestazione “Nella Terra di Ezzelino 2016”.

La conferenza si terrà:

lunedì 27 giugno, ore 11:30

Barchessa di Villa Rubelli – Via Teresa Rubelli, 2

San Zenone degli Ezzelini TV

Invito conferenza stampa – PDF

Programma generale della manifestazione – PDF

Oltre ai rappresentanti dell’Academia Sodalitas Ecelinorum, per il Comune di San Zenone degli Ezzelini saranno presenti il Sindaco Luigi Mazzaro e l’Assessore alla Cultura Stefania Ziliotto.

Alla manifestazione medievale biennale, in programma dall’1 al 3 luglio 2016 sono attese oltre 5.000 partecipanti. La cittadina tedesca di Marzling sarà ospite della manifestazione grazie al nuovo gemellaggio con il Comune di San Zenone degli Ezzelini.

In occasione della conferenza verrà presentato il “Paul Harris Fellow”, cioè il massimo Riconoscimento dalla Rotary Foundation ricevuto la scorsa settimana tramite il Rotary Club di Bassano del Grappa. L’Associazione Academia Sodalitas Ecelinorum è già stata insignita della targa d’argento dal Presidente della Repubblica Italiana per l’impegno profuso nel promuovere la storia e la cultura del territorio.

Contatti

Antonia Martinello 335 1359044

Pubblicato in Eventi territoriali, Programma, Rassegna stampa | Contrassegnato , , | Lascia un commento

La TV dei ragazzi di Rete Veneta lancia il Borgo dei bambini nella Terra di Ezzelino

Un presentatore davvero in gamba lancia il Borgo dei bambini alla TV dei ragazzi di Rete Veneta. Nello splendido scenario del Monte Grappa è una valida opportunità anche per le mamme e i papà. Novelle mimate e laboratori medievali a San Zenone degli Ezzelini il 2 e 3 luglio 2016.

Il Borgo dei bambini e delle famiglie è un’evento delle giornate medievali nella Terra di Ezzelino 2016, manifestazione organizzzata dall’Associazione Academia Sodalitas Ecelinorum. Ingresso gratuito fino agli 11 anni. Tutte le attività sono rivolte a tutte le età a partire dai 5 anni.

Laboratori

SCRIPTORIUM ECELINORUM

A” come… ARTE. “A” come AMANUENSE! – Calligrafia medievale.

Borgo dei bambini - con testo foto scrittura - nella terra di ezzelino 2016 san zenone degli ezzelini.JPG

Attrezzati con i strumenti indispensabili per la scrittura: la pergamena (cartacea nel caso nostro), la penna d’oca oppure l’anatra, pennino e l’inchiostro, i partecipanti del laboratorio (grandi e piccini) possono immergersi in quest’arte antiqua. Come? Trascrivendo, decorando le capitali e costruendo le lettere dell’alfabeto in caratteri denominati littera textualis o, textus fractus.

Fra una chiacchiera e altra sul chi erano gli autori, spesso anonimi di capolavori di incomparabile bellezza e di inestimabile valore di libri e manoscritti miniati giunti a noi, scopriremo come e dove creavano i manufatti.

L’esperienza si conclude con la impronta del sigillo in ceralacca/cera vergine di preziosa opera. Non ci stanchiamo mai di ripetere; non è necessario un talento particolare per la calligrafia. Basta un pizzico di pazienza e costanza. E se non c’è paura di sporcarsi un pochino con l’inchiostro, la soddisfazione è garantita!

I COLORI E LE LUCI DELLE MINIATURE

Le ricche illustrazioni dei manoscritti antichi.

Borgo dei bambini - 05 foto scrittura - nella terra di ezzelino 2016 san zenone degli ezzelini.jpg

Già, come si fa esplorare e sperimentare la calligrafia medievale senza avventurarsi nel meraviglioso mondo delle miniature?

Anche se nasce in epoca antica, è nel Medioevo che questa tecnica conosce maggior successo. Per miniatura s’intende la decorazione di un manoscritto in una straordinaria fusione di parole e immagini.

Per l’occasione, il “kit” dell’amanuense si arricchisce oltre che penne di volatili e pennini, con i pennellini finissimi e boccette di colori, anche quelli preziosismi d’oro ed argento. Nel nostro Scriptorium Ecelinorum, anche le miniature sono un veicolo di viaggio sperimentale che ci trasporta nell’epoca ezzeliniana!

Per questo motivo, dopo una lunga ricerca abbiamo scelto con cura i soggetti decorativi dove mattrici ottoniane si fondono con quelle dell’epoca tardo-romanica mitteleuropea, quelle polironiane con le geometrie del stile tardo-toscano e poi, quelle bizantineggianti e sveve che ci portano alla scoperta dello stile d’epoca detto – “prezioso”.

Le immagini proposte da miniare spaziano da quelle imperiali federiciane ai motivi naturalistici vegetali e animali; dalle immagini cavalleresche e la vita cortese presente nella Marca duecentesca – al bestiario d’animali reali (volatili, leoni, cani…) e quelli fantastici (draghi, sirene, grifoni, unicorni…).

GIOCO DI FILI

L’arte della tessitura

tessitura medievale - fonte google.jpg

Dopo brevi cenni introduttivi sull’antica storia dell’ordito e la trama, e dopo aver caricato la spoletta, cominciamo ad intrecciare i fili di lana sui telai di legno.

Nell’evo di mezzo, l’abito davvero faceva il monaco. Di chi era il compito di preparare le vesti, quali erano accostamenti di materiali e colori, come avveniva la lavorazione di tessuti?

Attraverso una conversazione partecipata con i bambini, l’arte di tessere viene raccontata non come mera manualità, ma come attività privilegiata che ci fa scoprire la vita quotidiana nel Duecento.

In un clima giocoso ma anche piacevolmente rilassante e riflessivo, anche questa attività come le precedenti – influisce in modo benefico sulla micromanualità, postura, memoria, costanza e l’autostima. Ogni partecipante coinvolto è libero di sviluppare la propria fantasia e originalità. Lo diciamo con orgoglio e con la testimonianza di centinaia di bambini e ragazzi, graditissimi pellegrini del nostro borgo dei bambini che spesso diventa anche itinerante: a quattro anni dalla nascita, esso continua a suscitare il genuino interesse nonostante il vivere nell’epoca digitale. E per noi è una vera inspirazione!

ARCERIA STORICA PER BAMBINI

 

Borgo dei bambini - 00 foto arciere - nella terra di ezzelino 2016 san zenone degli ezzelini.jpg

L’arco era un’arma molto diffusa in tutti i paesi fin dall’epoca primitiva. Anzi, spesso dimentichiamo che la scoperta di questo semplice” attrezzo è stata una rivoluzione altrettanto quanto il fuoco per l’evoluzione dell’uomo. Nel Medioevo, il continuo perfezionamento della tecnica di tiro non era solo finalizzata a vincere una gara, ma anche a forgiare un carattere migliore, o quantomeno permetteva di portare a casa la cena.

Accompagnati dai nostri responsabili in totale sicurezza, i partecipanti possono cimentarsi con le prove di tiro istintivo con archi storici, frecce spuntate e bersagli (piattelli in legno). Si tratta di gioco irresistibile oppure la tecnica? Entrambi!

Prendere la mira attraverso il tiro istinto non è facile, tuttavia, i bambini sono i primi a ottenere buoni risultati perché più liberi dai preconcetti, con il beneficio di affinare le capacità di coordinamento, concentrazione e rilassamento.

Borgo dei bambini - 09 foto falconiere - nella terra di ezzelino 2016 san zenone degli ezzelini.jpg

 

Pubblicato in Borgo dei bambini, Senza categoria | Contrassegnato , , | Lascia un commento

Gustosa cena medievale nei colli di San Zenone degli Ezzelini. Delizie per il palato tra musica e spettacoli con lo scenario del Monte Grappa.

003 foto - gastronomia medievale nella terra di ezzelino bocconcini di carne speziati con semi di anice e finocchio, frittata di cipolla, fritelle di salvia none degli ezzelini.jpg

Si terrà venerdì 1 luglio 2016 a San Zenone degli Ezzelini la cena medievale “Alla tavola di Alberico” con intrattenimenti vari, musica dal vivo e spettacoli di danza, giullari e duelli di spade (vedi sotto i riferimenti per prenotare – evento su facebook). segui evento  su facebook

Ecco la composizione della cena:

  • primo servizio di credenza;
  • bocconcini di carne speziati con semi di anice e finocchio, frittata di cipolla, fritelle di salvia;
  • gnocchi di pane con fonduta di formaggio, carne affumicata ed erbe aromatiche;
  • stralci di porchetta affumicata, spezzatino aromatico, faggioli all’ucelletto, insalatina pere e noci, purè di lenticchie;
  • creps con marmellata di mele e frutta secca, zollette di zucchero speziate;
  • scaglie di formaggio stagionato;
  • tisana di boccioli di rosa;
  • vini in caraffa, acqua naturale, acqua aromatizzata, idromele.

La Compagnie del Barbecocul allieta li messeri e le dame con sensual danza de lo ventre e soavi musiche medioevali durante il banchetto.

Col suo naso terrà in equilibrio qulasiasi cosa, dalla sua bocca usciranno rime e stornelli, le sue braccia palle, mazze, diabolo, coltelli e torce faran girare. Madonne e Messeri più unico che raro, ecco a voi…Lo Nadàro Giullaro !!!

info e prenotazioni

  • Costo a persona 39 €
  • Martinello Maria Antonia 335 135 90 44
  • Guidolin Stefania 377 534 76 41
  • academia.sanzenone@gmail.com

Questo slideshow richiede JavaScript.

DOVE DORMIRE

B&B EZZELINO – Sig.ra LUISA
via Alpini 55 – Tel. 0423 968277 – 3493249281
www.bebezzelino.it

VILLA FRATTA – Famiglia Artuso
Via Fratta 2 – Tel. 0423 567086 – 3450933725
www.villafratta.it

LE TRE ARTI – di Silvia Civitelli
Via Castellaro 2 – Tel. 0423 964477 – 3355765216
www.letrearti.it

Pubblicato in Animazione, Gastronomia | Contrassegnato , , , , , , | Lascia un commento

Novelle mimate al Borgo dei bambini di San Zenone degli Ezzelini

Borgo dei bambini - BANNER novelle mimate a san zenone degli ezzelini - terra di ezzelino 2016.jpg
Mamme e i papà, avete un’irripetibile opportunità per far conoscere e divertire i vostri bimbi con le novelle mimate medievali. Vi aspettiamo al Borgo dei Bambini di San Zenone degli Ezzelini il 2 e 3 luglio 2016.
Per il biennale della rievocazione albericiana, il Borgo dei bambini presenta alle famiglie l’affascinante mondo della cultura medievale, fiorente nelle corti duecentesche della Marca Trevigiana. Inoltre, la presenza di intriganti ospiti fa si che suggestiva l’atmosfera si tinge persino di giallo”!
Il Borgo dei bambini e delle famiglie è un’evento delle giornate medievali nella Terra di Ezzelino 2016, manifestazione organizzzata dall’Associazione Academia Sodalitas Ecelinorum. Ingresso gratuito fino agli 11 anni. Tutte le attività sono rivolte a tutte le età a partire dai 5 anni.
“Questo libro tratta d’alquanti fiori di parlare, di belle cortesie e di be’ risposi e di belle valentie e doni, secondo che per lo tempo passato hanno fatti molti valenti uomini.” Il Novellino
Cosa lega Ezzelino III ad un imperatore, descritto con riverenza dai contemporanei, ma anche dai storici odierni come vero innovatore, detto “La meraviglia del mondo”? E poi, cosa ha in comune suo fratello Alberico con i più rinomati poeti trovatori provenzali? Questi uomini erano davvero rudi tiranni, oppure furono i signori di grande valore che seppero vivere pienamente, che per certi versi addirittura anticiparono il loro tempo? C’è un nesso tra la Cunizza degli Ezzelini e il Novellino? Chi si cela dietro questa famosa raccolta anonima delle novelle, che ci restituisce una immagine d’Ezzelino davvero speciale, ben lungi da quell’essere malvagio poi giunto a noi?
L’Academia darà risposta a queste domande facendo divertire i piccoli attraverso conversazioni partecipate, attività laboratoriali, immagini filologiche d’arte miniatoria, il favoleggiare dei miti e delle leggende. Verranno proposte letture esclusive ad alta voce delle novelle tratte dal “Ur-Novellino”, mimate dai figuranti. Per stimolare ulteriormente immaginario, ci saranno alcuni dei racconti più belli su Ezzelini in italiano moderno ma anche in lingua originale, detto il volgare. Nonostante tempi insicuri e difficili, le fonti storiche ci rivelano le corti e le città ezzeliniane d’epoca sorprendentemente prospere e gaie, dove si diffuse una cultura vivace, spesso delicata e perfino raffinata.
Nei palazzi d’Ezzelino ed Alberico non mancarono mai uomini di scienza, astrologia, musica, diritto, retorica e grammatica. Le corti erano i luoghi d’incontro, ove si incontravano più civiltà, si fondevano culture diverse fra di loro: quella locale (di matrice veneta, latina e longobarda), quella bizantina (alimentata da Venezia), quella nordica (attraverso la penetrazione imperiale) e, infine, quella provenzale (a seguito della migrazione di poeti e cantastorie della Provenza e dalla Linguadoca). Ed è proprio quel mondo forse dimenticato, ma non perduto del bel parlar gientile”, delle gesta cavalleresche, degli antichi ideali cortesi che vogliamo avvicinare alle famiglie.
Pubblicato in Animazione, Borgo dei bambini | Contrassegnato , , , , , | Lascia un commento